Parco gioco solidale Alessia di Scandicci (Firenze)

Il 18 ottobre 2013, nel plesso scolastico di  Scandicci (Fi) è stato posato il primo parco giochi Alessia. Quello che prima veniva chiamato “giardinetto”, ora è stato nobilitato a parco tra gli alberi, guardato dalle verdi colline che sovrastano la cittadina confinante con Firenze e soprattutto abbellito e completato da casette in legno, scivoli, tubi, arrampicatoi di corda.

Tutto questo è stato reso possibile grazie a un contributo di 20 mila euro di Casa Alessia onlus che ha sistemato i giardini della scuola d’infanzia Alice Sturiale di Vingone,  le panchine del giardino della primaria Gabbrielli e il nuovo spazio esterno del centro gioco che ha un nome da merenda: Pane e Cioccolata. Nell’occasione si è aggiunta  anche l’inaugurazione di un murales esterno alla scuola realizzato da Francesco Forconi, in arte Skim, che  con la sua opera ha conferito al “Parco Alessia” un’aura ancor più gioiosa.

Non sono mancati i momenti ufficiali, con l’intervento del sindaco Simone Gheri che ha voluto sottolineare con ammirazione l’operato della onlus novarese, rappresentata da Giovanni Mairati (accompagnato a Scandicci da alcuni soci provenienti da varie parti d’Italia) e dal dirigente scolastico del Primo istituto comprensivo di Scandicci, Giovanni Condorelli. Ora i giochi realizzati dalla ditta Tecno Legno Fantoni, che ha prodotto una “linea Alessia”, sono a disposizione di centinaia di bambini.