Il ricordo di Padre Bepi de Cillia

«Con grande dispiacere – commenta Giovanni Mairati, presidente di  Casa Alessia – abbiamo appreso della scomparsa di Padre Bepi – al secolo Giuseppe De Cillia – avvenuta lo scorso gennaio all’ospedale di Parma, a seguito di complicazioni di una leucemia fulminante». 

Padre Bepi de Cillia, missionario e ideatore del Villaggio Alessia in Burundi

Padre Bepi de Cillia, missionario e ideatore del Villaggio Alessia in Burundi

Friulano di Placensis, frazione di Mereto di Tomba in provincia di Udine, la vita pastorale del missionario saveriano, si è concentrata in Burundi fin dalla fine degli anni Sessanta: è stato parroco a Rumonge, a Murago e a Rumeza e ha vissuto in prima persona gli anni della sanguinosa repressione degli Hutu, tra il 1972 e il 1974.

«Il primo incontro con l’Associazione – prosegue Mairati – è avvenuto in seguito una sua lettera, da me ricevuta nel 2008, dove mi invitava a collaborare con lui nella realizzazione del Villaggio Alessia, a favore dei ragazzi soldato. Padre Bepi ha svolto il ruolo di ingegnere e impresario edile, occupandosi della costruzione e della gestione logistica sia dell’orfanotrofio, sia dell’asilo di Buterere e del villaggio Alessia.  Il suo grande cuore e l’ammirevole disponibilità hanno reso particolarmente dolorosa la sua scomparsa. Tutta Casa Alessia si unisce nel cordoglio per dare un ultimo saluto a Padre Bepi, sperando che possa da lassù guidarci, insieme alla nostra cara Alessia, nel lungo cammino dell’associazione e di tutti i volontari».